mercoledì 21 maggio 2008

I succhiasangue 2

(foto pubblicata da -A- su Flickr)

Leggo da Il Mattino di Padova di oggi (mercoledì 21 maggio), che il reddito medio di un dentista padovano è di 43 mila euro (dichiarazioni 2006, redditi 2005). Alcuni poverini restano sotto la soglia di povertà! Non ho trovato l'articolo on line (probabilmente bisogna loggarsi).

Solo pochi giorni fa si era scatenato uno psico-dramma all'italiana attorno alla vicenda della pubblicazione dei redditi. Io mi domandavo: ma cosa c'è di male nel pubblicare i redditi? Io non mi vergogno, pago le tasse! Eppoi i soliti giornalisti prezzolati che speculavano sui redditi di Grillo e Travaglio... E' più immorale un dentista che guadagna 100 mila euro e ne dichiara 10 mila o un dentista che guadagna 300 mila euro e li dichiara tutti? Facile rispondere se non si è in malafede.

Comunque mi sono fatto un'idea chiara del perché dovrebbero rendere pubbliche le dichiarazioni dei redditi di tutti: questa mattina ho notato il fermento e l'indignazione di colleghi e amici, mentre scorrevano l'elenco dei redditi dei dentisti loro concittadini...

Curiosità:
L'11 gennaio avevo pubblicato un articolo "I succhiasangue" in cui collegavo alcuni fatti: l'alta percentuale di evasione fiscale della categoria, una ricerca inglese che evidenziava come i nostri cari dentisti fossero i più cari d'Europa e il crescente "turismo della dentiera" degli italiani.

3 commenti:

mancio ha detto...

spero che l'indignazione sia soltanto di chi chiede sempre ricevute fiscali e scontrini, gli altri non hanno il diritto di indignarsi. giusto? ciao

simopavan ha detto...

Dnetisti, notai, avvocati, impresari etc etc etc etc altro che togliere l'ICI...Io voglio un sistema fiscale simile a quello americano dove il pagare le tasse è visto come un dovere morale principalmente

massileo ha detto...

concordo con entrambi... ;)