lunedì 5 maggio 2008

Una ronda non fa primavera...

(nell'immagine Flavio Tosi, sindaco di Verona)

Non ho ben capito da chi dovrò difendermi in questo paese a tinte scure. Dai delinquenti (che pare siano addirittura in diminuzione nell'ultimo anno), dall'informazione che crea questo clima di terrore, oppure da quelle stesse ronde che i leghisti vorrebbero per rendere più sicure le nostre città! Le ronde sono quelle che hanno massacrato Nicola, 29 anni, per aver rifiutato una sigaretta a quei bravi ragazzi della Verona bene, ultras neonazisti che da tempo prendevano di mira gente di colore, meridionali e persino chi non vestiva in maniera dignitosa (conoscendo Verona, immagino perché non indossavano le scarpe di Prada della stagione passata...). Notare che ora non si dice più "neofascismo" perché stiamo riabilitando anche questa vergogna italiana! Ora il fascismo da noi non esiste più!

Questa è la Lega. Dovremmo interrogarci sul come abbiamo fatto a ridurci in questo modo. Quando questo tecnico informatico divenne sindaco, alcuni temevano per come avrebbe potuto ridursi una città così bella. Verona ora non ha meno delinquenti di prima, Verona ora non è più bella di prima, Verona ora non è più sicura di prima, a Verona gira strana gente convinta di dover stabilire chissà quale ordine, a danno del diverso. Che volgare ignoranza!

Non voglio vivere in un paese che ha paura di tutto, voglio vivere in un paese che sa affrontare il futuro con ottimismo, senza dimenticare i problemi reali. Voglio vivere in un paese felice, dove Cultura e Bellezza siano le nostre guide. Ma con queste facce è dura...

L'ignoranza è la notte della mente, ma una notte senza luna né stelle. (Confucio)

6 commenti:

Gibba ha detto...

Non penso che sia una responsabilità politica di questo o quel sindaco (ti ricordo che una cosa simile se non identica - con esito solo per caso meno grave - è successa tre anni fa durante la giunta Zanotto) penso invece che sia figlia dell'ignoranza e della poca cultura nonchè della mancanza di educazione e di valori (che non siano quell'ipocriti di "andiamo a messa la domenica") che molte famiglie del nordest ricco e benestante da generazioni trasmettono ai loro figliocci.... ti ricordo che il peggior nemico di un veronese è il veronese della porta accanto.. qui l'intolleranza comincia tra quelli di borgo x e quelli di borgo y...

massileo ha detto...

hai sicuramente ragione. ma credo che uno come Tosi non migliori la situazione, credo che la peggiori. Verona avrebbe bisogno di persone illuminate... ;)

Gibba ha detto...

qui sono tutte illuminate...dal Signore.. ;)

massileo ha detto...

voglio dire: un personaggio che fa del giustizialismo e della caccia alle streghe la sua bandiera, non aiuta certo a far capire la realtà a questi cittadini, o a creare una cultura diversa, oppure a far emergere la città per motivi che siano diversi dall'intolleranza... ma su questo la pensiamo uguale, lo so... ;)

Enrico Biasiolo ha detto...

L'altro giorno sentivo per radio che la vera ronda sono i cittadini che fanno vivere una comunità, spostandosi la sera, brulicando, trovandosi e incontrandosi per le strade e piazze. Proprio quei cittadini che sono assenti per paura di uscire.... :/

massileo ha detto...

quoto 100 Enrico!