giovedì 22 maggio 2008

Quando lo psiconano fa BU, i CRETINI fanno OHHH e i giornalisti fanno SLURP! Napule è mille addore!

Merde, merde, merde, solo merde!

Chi? Chi ci governa, chi li vota, chi li scrive, chi li legge, chi non si indigna mai, chi non si informa, chi ci crede, chi guarda il dito e non la luna, chi si nasconde!

"Napule" non è "mille culure", ma "mille addore", oltre che "mille paure"!

L'odore della merda nelle strade e di quella che arriva in pompa magna e il miracolo si compie, le strade si puliscono al solo passaggio del Re. La monnezza viene messa sotto il tappeto della camorra!

Ora le discariche funzioneranno, oh se funzioneranno! Saranno sorvegliate a vista, guai annusare o protestare. Ora si che ve le tenete le discariche puzzolenti! Vi siete lamentati? Bene ora oltre alla camorra ci sarà anche l'esercito a sorvegliare! Ora i buchi saranno ancora più grandi e ci starà ancora più merda!

Ma di risolvere il problema alla radice, neppure per sogno, se no della merda chi se ne occupa?

E gli inceneritori, ohhhh quanti bellissimi inceneritori che avrà la Campania! Mi immagino già la costiera amalfitana, trafitta da enormi punti esclamativi, a eterno ricordo del segno che il novello Vespasiano lascerà sul nostro paese, come un puzzolente carotaggio nelle nostre carni!

Gli inceneritori sono cancerogeni. Si sa. Viene pubblicato, in maniera nascosta per non far incazzare il RE NANO, ma viene pubblicato. Le ricerche ci sono, eccome se ci sono, ma vengono tenute nascoste dai CANI A GUARDIA DEL RE.

Sul Venerdì di Repubblica del 16 maggio (introvabile on line, ma va'!?!?) viene scritto, in un trafiletto... piccolo piccolo, che 435 (4 3 5 !!!) ricerche scientifiche internazionali provano UNO SPAVENTOSO aumento di tumori e nascite malformi in prossimità dei termovalorizzatori.

E il titolo non è: "Chiediamo scusa a Grillo, aveva ragione lui! Gli inceneritori uccidono!".

Delle ricerche chi ne parla? EH?!? CHI CAZZO NE PARLA???
Eccone una...

Ora, ingegneri teste di cazzo, dite qualcosa!
La rete non dimentica...


Altro:
Morire di inceneritori in Francia (di Stefano Montanari)

Le previsioni dei tumori in Italia:

diffondi

7 commenti:

simopavan ha detto...

La cosa più triste è che la gente adesso sembra tutta felice e applaude testa d'asfalto....ma che cazzo sta succedendo????

Mara ha detto...

Succede che la gente non sa NIENTE DI NIENTE, succede che in ogni famiglia c'è almeno 1 televisore (questo "nuovo focolare" domestico, come lo chiamava Enzo Arbore) se non più d'uno... mentre internet stenta ad entrare nelle case, nelle famiglie, dove spesso il computer c'è, ma è usato solo dai ragazzini per giocare. A chi lo usa abitualmente sembra impossibile, eppure è così. Mai come oggi la lotta per una libera informazione è stata tanto importante...

massileo ha detto...

io ho il magone...

massileo ha detto...

Carlo scrive sul forum del MU3: "penso che stanno posizionando le pedine di questa partita a scacchi in modo esemplare. Ci hanno già mangiato l'alfiere della partecipazione diretta e le due torri dell'informazione e i cavalli delle raccolta firme e libera associazione non possono più muoversi.Un arrocco qua e qualche mossa aggiunta contro qualsiasi regolamento e si preparano per il grande scacco matto finale. O forse si fermeranno prima della loro ultima mossa, e noi attenderemo per sempre che la eseguano convinti che la partita sia ancora in gioco..."

Trovo che sia un paragone esemplare per descrivere questa deriva fascista...

E per non finire è già pronto il decreto salva rete4 in faccia alla sentenza della corte europea che ci condanna a pagare 300 mila euro al giorno...

Questo il link:
http://www.unita.it/view.asp?IDcontent=75645

sono tornati i fasci guidati dal piduista...

Mara ha detto...

Non dobbiamo farci venire il magone, Massi... dobbiamo restare incazzati, ma saldi: come dire, mantenerci equilibratamente arrabbiati, con la voglia di agire, di fare, di scrivere, di divulgare. Se si è troppo arrabbiati, si perde di lucidità, non serve a niente e si finisce con l'ammalarsi. Se ci si deprime, idem. Non è facile mantenere questo stato d'animo che cerco con difficoltà di descrivere... ma ti dico che ci riesco (beh, insomma, abbastanza) da quando so di non essere la sola a pensarla in un certo modo. Grazie per questo blog, così arrabbiato, che mi permette e mi aiuta a restare arrabbiata, senza deprimermi, perchè non sono sola.:-)

massileo ha detto...

grazie Mara, allora continuo! ;)

è lo stesso motivo che mi fa partecipare al MU e che mi fa venire voglia di scrivere.

Emanuele ha detto...

vedere scritte queste cose...è così bello capire che ci sono persone che la pensano come me, che combattono per la stessa causa, che hanno ancora un'etica, un amore per il paese che eravamo. bello da una parte, ma dall'altra triste, distruttivo, deprimente...
mara, hai proprio ragione...hai colto nel segno, non è facile infatti restare esattamente a metà tra l'incazzatura e la depressione. teniamo duro ragazzi!