martedì 1 luglio 2008

Robin Cool e la Lega Ladrona

Robin Cool (si legge rob-in-cul) è l'alterego di Robin Hood. Mentre l'arciere di Sherwood rubava ai ricchi per dare ai poveri, Robin Cool, al contrario, è famoso per ingannare i poveri per poi metterglielo... E con il suo famoso anatema: "Il tempo che sta arrivando è un tempo di ferro!" ci preannuncia quanto doloroso sarà il pegno da pagare!

Robin Cool è associato a una massoneria che gli garantisce il dominio: la "Lega Ladrona Non Molla La Poltrona", una banda di celti semi-selvaggi che promettono da anni di liberare la contea dai Mori e poi ne approfittano per piazzare i propri vassalli alla guida della Capitale di Fottingham.

E' follemente e segretamente innamorato di Lady Marian Carfagn ma lei, da anni amante di Ottavio il Nano, non ne vuole sapere! Robin Cool, furioso per questo amore non corrisposto, riversa la sua ira contro i cittadini di Fottingham. Il suo metodo è perfido: finge di sgravare i cittadini degli odiati balzelli e intanto impone ben più gravi rinunce!

Passa le notti a scrivere nefaste profezie e a tramare truci inganni con l'aiuto sei suoi fidi scudieri Bondus l'Eunuco e Brombetta, il piccolo malvagio giullare di corte, anche detto il "Nono"... I suoi editti fanno letteralmente tremare le natiche ai cittadini della contea, i quali, al grido "udite udite" del messo Calderon, si stringono le chiappe a corte e terrorizzati bisbigliano: "Solo De Petrus ci può salvare, Robin Cool sta per arrivare!"

Continua...

4 commenti:

massileo ha detto...

ps: la prossima puntata sarà dedicata a De Petrus, detto l'Amaro!

Anonimo ha detto...

io racconterei la storia della strega Brombilla!

Mara ha detto...

Il caldo fa davvero strani scherzi...
:-)))

massileo ha detto...

:))

beh, ma allora! partecipa anche tu a questo progetto editoriale: FOTTINGHAM 2008 !!!!

eheheh