venerdì 25 luglio 2008

La mamma italiana degli ignoranti è sempre incinta!

In Italia non nascono più bambini. L'unica mamma sempre attiva è quella degli ignoranti.

Oggi sul treno per andare a lavoro, a Vicenza mi sale su una coppia di cinquantenni, diretti a Venezia. Prima di Padova, uno dei geni fa (in dialetto, non saprei scriverlo): "Qui a Padova c'è quel sindaco comunista, Zanonato, che non vuole la base Dal Molin, che cazzo gliene frega, che pensi ai cassi soi di Padova".
In questa frase è condensata l'italietta... L'Italia di Bossi, ad esempio, dove ognuno è "parone" a casa sua! Leghisti ignoranti, come se i problemi delle falde acquifere vicentine, minacciate dalla nuova base, non fossero anche i problemi della comunità patavina! E' questa cosa banale che impedisce l'evoluzione del padano medio! Chiese giustamente D'Alema anni fa: "ma quando scenderete dagli alberi?".

E' così su tutto. I problemi dell'europa non sono forse problemi anche nostri? Anche se noi ce ne stiamo nel nostro cantuccio, quello che succede in europa ci influenza di necessità! Un esempio paradossale che dovrebbe far venire il voltastomaco ai pochi leghisti con un briciolo di lume: ieri in parlamento si è discusso il testo di ratifica del trattato di Lisbona (vedi qui il mio precedente articolo). Ebbene, proprio in quest'ambito, dove l'europa delle banche e dei burocrati vorrebbe schiacciare le specificità dell'europa dei popoli (difesi a spada tratta dai leghisti!), l'oratore leghista, dopo aver letto un testo pieno di accuse al trattato, di gloria verso i fratelli irlandesi ecc..., sottotono, quasi vergognoso (giustamente!), annuncia: "noi leghisti voteremo comunque il testo di ratifica".

Ma come? Vergogna! Lega-ladrona-non-molla-la-poltrona!!! Quanti soldi vi hanno pagato eh? Quante cariche di prestigio e poltrone vi hanno assicurato per calare ancora una volta le braghe? Eh? Merde!

E' questa l'italietta contadina e rurale, che ha mandato al potere, tempo fa, un contadino ignorante che ha rovintato il '900 italiano! Proprio perché siamo un popolo di mammoni che hanno bisogno del mascellone o del furbetto per risolvere i propri guai; per poi accorgerci troppo tardi che i guai diventano irrecuperabili! E ora è la stessa italietta che manda al governo quel "poco" di premier! Perché gli italiani vogliono fidarsi, hanno bisogno del padroncino furbetto!

Ma va cagher!

2 commenti:

mancio ha detto...

sulla situazione di Verona ma credo simile a tutto il nord-est vi segnalo un interessantissima intervista ad un parroco cittadino, uno che le dice fuori dai denti...ciao
parte1:
http://ilveronese.it/sito/vedi_articolo.php?id=769

parte2:
http://ilveronese.it/sito/vedi_articolo.php?id=771

massileo ha detto...

grazie Mancio... :)