giovedì 29 ottobre 2009

Meglio una scimmia oggi che un broker domani




Avete mai provato quel brivido freddo che percorre la colonna vertebrale in certe situazioni, come quando un oggetto appuntito striscia malamente sulla lavagna, producendo quel fastidiosissimo rumore stridulo? Oppure quando siete soli in casa, di notte, avete appena visto un film Horror del tipo "L'esorcista" e poco dopo aver spento la luce sentite un sibilo nella stanza accanto?

Avete mai provato quella sensazione quasi di allappamento alla schiena, come se la colonna vertebrale fosse simile a un nastro da regali che si arriccia dopo che vi avete strisciato la forbice?

Ecco, questa è la sensazione che provo quando sento parlare Eugenio, detto u geniu, il broker finanziario dell'ufficio titoli. Un omuncolo canuto sui quaranta, che ha fatto carriera negli anni '90 quando le Borse macinavano e tutti sembravano piccoli Einstein della finanza. Peccato che in quegli anni anche una scimmia avrebbe saputo vendere bene... Infatti dopo qualche anno ci siamo accorti di come funzionava il sistema economico e quali danni è stato in grado di produrre.

Anzi, se non ricordo male, qualche anno fa un economista americano ipotizzò che anche una scimmia avrebbe potuto ottenere prestazioni borsistiche migliori di un intermediario finanziario. Qualcuno fece addirittura l'esperimento con un macaco e, manco a dirlo, il risultato fu che la scimmietta riuscì a battere l'indice medio dei fondi azionari.

E di certo il macaco non era consapevole sei risvolti etici di quello che stava facendo...

Alla faccia di Darwin!

Comunque sia, negli ultimi anni Eugenio ha perso quasi tutti i capelli e ora razzola inquieto per i corridoi dell'ufficio facendo finta di dare dritte geniali su come far fruttare i soldi in Borsa. Non ha perso il vizio di strillare come una scimmia urlatrice (appunto...), come facevano i vecchi operatori di Borsa quando non c'era tutta la tecnologia di oggi e gli ordini si urlavano nel salone di Piazza Affari. Le cose procedevano più lentamente... e forse si aveva il tempo di pensare di più. In fondo il nostro cervello non si è evoluto più di tanto dai tempi di Socrate (anzi, forse per nulla come dicono alcuni scienziati), quindi visto che fare le cose di fretta non è molto saggio, tanto vale farle fare a una scimmia.

3 commenti:

Simone ha detto...

quella dei broker è una categoria che io eliminerei all'istante...quanti danni hanno aftto in questi anni ai poveri risparmiatori???

Neurasia ha detto...

io partirei anche con le confische dei loro beni oltre che di quelli di tutti i manager che hanno preso super bonus arricchendosi sulle spalle dei lavoratori.

Mara ha detto...

:-) eppure non ci voleva un genio e neppure la sfera di cristallo a indovinare che tutto ciò non poteva durare per sempre...
Bonobo Power!