martedì 12 gennaio 2010

La morale dell'arancia

L'arancia contiene Vitamina C, il più potente rimedio naturale contro l'influenza

Viene fuori dalla Rete la notizia (non amplificata dai media tradizionali...) che la pandemia da influenza "A" sia in realtà la più grande truffa della storia della sanità; che esimi studiosi, molti politici europei e associazioni dei consumatori stanno accusando l'OMS di aver generato un'ingiustificata paura di pandemia per favorire le multinazionali  che hanno venduto milioni di vaccini, pressocché inutilizzati e destinati a marcire nei magazzini di Stato. Ma va'???

L'arancia sfama gli uomini... bianchi

A Rosarno hanno gambizzato dei morti di fame che ogni giorno raccolgono agrumi alla considerevole cifra di 50 centesimi a cassa, per un totale di 10 euro circa al giorno, che detratti i costi di trasporto, diventano circa 7 euro al giorno. Quanti chili di arance raccoglie un immmigrato al giorno? Tanti... Le arance sfamano tanti bianchi: i produttori le vendono fino a 50 centesimi al chilo. I consumatori le pagano quattro volte, fino a 2 euro al chilo. Gli italiani non vogliono raccogliere le arance, le vogliono solo vendere e acquistare. Basta che di torno non ci siano baracche puzzolenti e brutte da vedere. La criminalità c'entra qualcosa con le arance??? Forse. Quelli che vendono e comprano arance a Milano o a Vicenza pensano di non averci nulla a che fare con il razzismo o con le mafie? Mah...

Propongo che l'Italia non compri più vaccini da Novartis e con i soldi risparmiati assicuri un contributo per regolarizzare gli stagionali che raccolgono arance. Propongo che i produttori che sfruttano il lavoro 'nero' siano costretti a ripagare lo Stato raccogliendo arance a 7 euro al giorno.


6 commenti:

Mara ha detto...

Magari!!!

Rosy Bindi ha detto...

La vergogna di Rosarno dovrebbe consigliare una riflessione seria sul fallimento della Bossi-Fini. Continua invece da parte del governo un penoso scaricabarile. Gelmini e Maroni non possono cambiare le carte in tavola attribuendo a tutti - dai magistrati agli enti locali alla sinistra - tranne che a se stessi la responsabilità di una tragedia che nasce dalla negazione dei diritti elementari di chi viene a lavorare in Italia.

Il trasferimento coatto dei lavoratori extracomunitari, che somiglia molto ai respingimenti in mare, ne ha umiliato ancora una volta la dignità. Anziché liberare il territorio dalla presa di chi sfruttava questi uomini, anziché affermare la legalità e il rispetto della legge, si è scelto di spostare altrove il problema. Centinaia di uomini sono stati portati via senza le loro cose, le loro misere paghe, con la prospettiva di essere espulsi.

Abbiamo sentito il richiamo del Papa, la voce autorevole del Presidente della Repubblica ma non una parola del Presidente del Consiglio. Il nuovo anno era iniziato con il battesimo del partito dell’Amore. Ma, alla prova dei fatti, non se ne vede traccia.

Neurasia ha detto...

Rosy Bindi? Ma chi ha postato questo commento? Io sono un fan di Rosy Bindi, non scherzate su queste cose perché io poi ci credo e mi esalto!

Simone ha detto...

vai rosy .....sei un mito

simonep

Mara ha detto...

Tranquillo Massi... non è uno scherzo. Diciamo che c'è qualcuno che ha il permesso di postare a nome di Rosy (sono cose prese dal suo blog, quindi le ha scritte lei... anche se non le ha postate direttamente lei!) :-)))

Neurasia ha detto...

Fantastico, allora ringrazia il messaggero da parte mia. :)))